.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


So che non so quel che non so; invidio coloro che sapranno di più, ma so che anch'essi come me, avranno da misurare, pesare, dedurre e diffidare delle deduzioni ottenute, stabilire nell'errore qual è la parte del vero e tener conto nel vero dell'eterna presenza di falso. (M. Yourcenar, L'Opera al nero) 
POLITICA
Macron e il 35% della Le Pen
9 maggio 2017
Con quanto aveva vinto la Le Pen al primo turno? e' al 35% perchè l'estrema sx vota Le Pen o perchè non vota?


 Il senso cambia il valore politico della vittoria di Macron e  mappa il sentire di un popolo.


SOCIETA'
Interrompiamo le trasmissioni per trasmettervi un pensiero
22 maggio 2016

Oltre alle ricette, e ai piatti preparati sui social van di moda i giardini. I figli appena nati. e il cazzeggio.La politica occupa una parte minore di queste cose perchè in fondo, tutti abbiamo bisogno di renderci felici. E la politica non rende felice nessuno. Ma è contendere il potere, non sempre a vantaggio dei piu. Ergo, non facciamoci illudere dai giardini e dai figli che sorridono, ogni tanto bisogna pur pensarci, a queasta diamine di politica. Declinata per problemi e soluzioni.

Esempio. Referendum Costituzionale. La Costituzione è vecchia. Vero. Ma se ho una vecchia Ferrari che mi vogliono sostituire con una fiammante seicento fiat, che faccio? Scelgo il nuovo? Probabilmente dipende dalla mia consapevolezza culturale. Facile sparare minchiate sul nuovo, ma se non conosci il valore di quel che perdi , come decidi consapevolmente cosa è meglio? Cosa metti sul piatto della bilancia. La Boschi contro Calamandrei? Cosi, per, dire.


 E ora scusate, torno a cazzeggiare. Emoticon smile

POLITICA
Reazione o rassegnazione: "Padova accoglie" andava fatta
16 maggio 2015
Dicono che la contromanifestazione "Padova accoglie" non fosse da realizzare a fronte della manifestazione organizzata nello stesso giorno della Lega contro i Profughi.

Io invece trovo che andasse proprio organizzata. Perchè? 

Perchè il contrario di reazione è rassegnazione. 

Possiamo discutere su tutto. Opportunità di farlo nello stesso giorno, rischio di infiltrazione dei centri sociali con personaggi violenti. Possiamo pensare che non ci fossero le condizioni per assicurare il sereno svolgimento della cosa, e magari , cercare di essere pochi, per evitare assembramenti pericolosi. 

Ma se esiste una azione che sostiene un'idea che giudichiamo becera, la reazione è dovuta. Reagisco all'affermazione di un'idea, non lotto fisicamente contro le persone. Marcio per affermare che ne ho una differente, di idea. 

Sono felice che la manifestazione si sia svolta senza danni, ero malata e non c'ero.Ma ci sarei stata se fossi stata  bene. 

Non ci si sottrae al confronto delle idee, se si affermano per strada vanno affermate nel modo giusto, anche testimoniando che c'è chi concepisce il mondo in un modo diverso, dopo di che, nell'applicazione di un trattato (di Ginevra), regolamentato poi al livello europeo (di Dublino), abbiamo davvero grossi problemi di attuazione.

Ma li lavora la politica, non la sommossa popolare, cavalcare i temi caldi senza soluzioni è populismo, e giusto per ricordare, la soluzione politica della lega anni addietro era stato l'introduzione del reato di clandestinità, solo che i richiedenti asilo sono un'altra cosa. 

Se l'Africa per altro ha un livello di guerriglia tale da rendere insicura per le persone la loro vita li, il problema è occidentale perchè fu l'occidente a distruggere i loro equilibri, chiaramente la   condizione attuale africana ha unamatrice di responsabilità che si radica fortemente nella politica coloniale  condotta in particolare, ma non solo da Inglesi e Francesi, hanno creato Stati tagliandone i confini con il righello e dividendo cosi a metà villaggi e tribu, hanno prodotto minoranze senza alcun diritto e sfruttato per anni le ricchezze dei territori di quei paesi. messo al governo degli Stati dittatori che hanno eliminato quando è stato il momento. 

La politica della guerra fredda ha fatto il resto. Abbiamo alimentato le guerre fornendo loro le armi, portando il conflitto globale potenziale a livello locale e marginale. E noi qui per contro abbiamo fatto marcire le nostre democrazie liberali  accettando con la passività le stesse logiche  anche nel nostro mondo:  la corruzione politica, i traffici di droga. 

Quel che ci succede ha un fondo di responsabilità che riguarda direttamente la politica. E i cittadini. Anche quelli che non ne sono consapevoli. 

Siamo in tempi di elezioni regionali. La scelta di chi deve governare non può basarsi sul fastidio che tutto questo flusso migratorio provoca sul singolo cittadino, a meno di decidere di uscire dal mondo e chiudere le frontiere e disdire l'adesione ai trattati, le contraddizioni del mondo e l'attrazione dei poveri verso i nostri territori nascono dalla ricchezza  che abbiamo creato anche sfruttando il territorio delle persone che oggi vogliono condividerla con noi. Le lotte piu accanite, politicamente parlando, si svolgono sotterraneamente, non manifestando fastidio ma eseguendo manovre politiche. Come diceva nemo: "zitto e nuota, nuota e nuota".
sfoglia
agosto        marzo