.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


So che non so quel che non so; invidio coloro che sapranno di più, ma so che anch'essi come me, avranno da misurare, pesare, dedurre e diffidare delle deduzioni ottenute, stabilire nell'errore qual è la parte del vero e tener conto nel vero dell'eterna presenza di falso. (M. Yourcenar, L'Opera al nero) 
POLITICA
Scandalo banche: l'esproprio ai borghesi da parte dei ricchi significa capitalismo. Il comunismo faceva qualcosa di simile a favore del popolo, però.
13 dicembre 2015
Banche: Anche l Ingegnere di solito tollerante e moderato si é arrabbiato.

 "Sabrina sai come funziona?" Rispondo: " No. Io non ho capitali investiti" .

 Beh, te lo spiego io: "un tempo le obbligazioni erano sicure . Le azioni no. Ma poi é cambiata la normativa. Chi lo sapeva ha ceduto e ha portato a casa i suoi soldi. Chi non lo sapeva si é tenuto il malloppo.

 Oggi quel malloppo costituisce rischio di perdita come se fossero azioni.

 Chi ha provato a disfarsene si é sentito rispondere che non c'erano acquirenti. Io ne ho un po'. In passato  le banche concedevano prestiti solo se ti impegnavi a comprare obbligazioni per questo non per speculare le  avevano.in portafoglio" . Insomma l 'ingegnere su alcune situazioni in Veneto (popolare di Vicenza) parla di furto legalizzato da parte delle banche. 

Può essere vero. Se il sistema capitalistico finanziario ti tocca i tuoi soldi attentando alla proprieta dei tuoi beni che differenza c' é con il sistema comunista che espropriava i terreni ai contadini?

Il gioco é diverso. I soggetti sono diversi. Ma siamo sempre lá. Non ti espropriano i campi ma i tuoi beni. E non lo fanno in nome della collettività ma del mercato. Ricchi contro poveri.

 Adesso? Rivoluzione!



permalink | inviato da SabrinaDiNapoli il 13/12/2015 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
L'assessore che prima costruisce una rotonda molto discussa e poi a fronte del traffico scrive sui giornali: "cambiate strada"
17 settembre 2015
Due giorni fa leggevo e commentavo su FB  un articolo  che riporta le dichiarazioni dell'assessore Grigoletto (Padova, giunta Bitonci) sulla Stanga dove ai semafori hanno sostituito una grande rotonda che l'amministrazione precedente aveva bocciato perchè non avrebbe funzionato nei picchi di traffico.
Infatti il traffico c'è. E la rotonda necessita di aggiustamenti continui. Ultima trovata l'articolo sul giornale che riporta l'idea di cambiare strada. 
 Come risolve l'assessore il problema traffico che ha peggiorato con il suo intervento? Raccomandandoci di non passare. 
Con un   passaggio che invita a prendere (citandole) due strade residenziali (via Turazza e poi Pellizzo). 
Quasi una visione ottocentesca della viabilità. In sintesi: l'assessore dichiara ai giornali che per evitare il traffico su un'arteria (che dichiara secondaria ma è del tutto primaria) è bene  cambiare strada e suggerisce  l'attraversamento di zona residenziale. E'  incapacità politica. Deviare il traffico in zona residenziale per limitare il traffico sull'arteria principale è semplicemente folle. Lo fanno da soli i cittadini, e di solito si ricorre a escamotage di divieti proprio per evitare questa cosa, per tutelare i residenti. 

 Follia votata dai cittadini che forse non immaginavano cotanta follia. Volevate il cambiamento? Servito. Profughi in centro storico perche i sindaci leghisti rifiutano di accogliere gruppi piccoli nei comuni. Tagli di corse bus scriteriate. E il fagiolo della Stanga da cui é meglio non passare.

Senza parole. 



permalink | inviato da SabrinaDiNapoli il 17/9/2015 alle 9:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Il lavavetri della Stanga mi ha mancato di rispetto, ma comunque non sono leghista
24 giugno 2015

Il lavatore di vetri alla Stanga di oggi vuol lavarmi il vetro.


 Non voglio che mi lavi il vetro.


Glielo dico sorrido e lo guardo. Scandisco bene il labiale: "NO GRAZIE."


Tra l'altro mi girano in testa un sacco di cose, non sono dell'umore giusto per fare un favore a qualcuno e ho il vetro pulito.


 Lui comincia a lavare e io reagisco. 


Scendo dalla macchina, lo guardo dritto negli occhi: "senti perchè non mi rispetti? Io non ho nulla contro di te ma, insomma, ti chiedo di non farlo e tu lo faii"


Fa finta di capire. Risalgo in auto. Mi lava il vetro comunque. Poi mi chiede i soldi e gli dico di no.

Una cosa fra me e lui? No. L'autista del bus fermo sulla corsia di destra mi applaude. La signora con il motorino che stava 50 metri indietro mi si avvicina a sinistra,   si  accosta al finestrino e mi dice: "che coraggio che ha avuto mi danno così fastidio a me" .


 Io demoralizzata penso che forse se la Lega prende tanti voti è perchè in un delirio di scemenza questi episodi diventano politicamente rilevanti.

 Invece no, non sono politicamente rilevanti sono cazzate.

Non si sceglie una parte politica perchè si reagisce male a chi vuole lavarti i vetri e tu non vuoi farteli lavare. Semplicemente si dice di no, si discute e e poi si torna a ragionare in prospettiva multiculturale.




permalink | inviato da SabrinaDiNapoli il 24/6/2015 alle 6:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre